Radio San Giuseppe

Per conoscere e amare il più grande santo

Celebriamo la festa di una delle più grandi mistiche venerate dalla Chiesa e da tutto il mondo. Teresa è nata il 28 marzo 1515 ad Avila, nel cuore della vecchia Castiglia, crocevia delle principali correnti spirituali spagnole dell'epoca. Nasce dal secondo matrimonio del padre, Alonso Sanchez de Cepeda e da Beatriz de Aumada, discendente da antichissima nobile stirpe cavalleresca. Teresa prenderà il cognome di Sanchez de Cepeda e Aumada. Riceve una formazione eccezionale poiché i genitori si rendono conto della spiccata intelligenza della figlia, del suo spirito di osservazione, dei suoi ricchi doni di natura e di grazia. La madre la educa all'ideale cavalleresco, introducendola nella lettura dei romanzi cinquecenteschi che hanno in lei una forte influenza sul suo atteggiamento di vita spronandola all'azione dinamica e coraggiosa. E' circondata da un clima di grande affetto, di preghiera, da una calda spiritualità laica. Manifesta una grande e appassionata devozione verso l'umanità di Cristo che poi coltiverà nella sua vita di riformatrice del Carmelo con un amore grandissimo per la Chiesa, per l'Eucaristia, la devozione ai Santi e la fiducia nella preghiera d'intercessione, la meditazione sulla passione di Cristo. Figlia di un mercante entra a contatto con la borghesia della sua città ed ha idee ben chiare per commerciare, come dimostra poi aiutando la fondazione dei vari monasteri cui deve provvedere. Teresa ha un temperamento affettuoso e amabile ed è molto amata. Tuttavia lei stessa manifesta un periodo della sua giovinezza molto libero, solo più tardi con la scelta vocazionale, sublimerà le sue tendenze e sarà trasformata dall'amore per Cristo. Educata presso le agostiniane di Avila sceglie il monastero carmelitano di Avila e poi di Toledo, dove fonda il primo monastero della sua Riforma. Nei lunghi anni della sua avventura come mona, viene a contatto con la crisi della vita religiosa del secolo e al suo rilassamento. Nel monastero dell'Incarnazione, dove è entrata nel 1535, trova poca coerenza con l'ideale religioso e dopo venticinque anni, mentre saliva le tappe del suo cammino interiore, la sofferenza del suo cuore esplode, ed esige per sé e per le monache la stretta clausura e qui inizia la Riforma che lei stessa racconta nelle sue Opere ed esige una rigida osservanza della Regola con una vita di meditazione e di penitenza, per ritornare allo spirito delle origini. In questa Riforma ha accanto validi direttori spirituali, tra questi San Giovanni della Croce, un forte attaccamento alla Parola di Dio, l'amore al Crocifisso e a San Giuseppe, la perseveranza nella preghiera. Teresa spaziando gli orizzonti del tempo comprende che Cristo continua a soffrire nella sua Chiesa, e che l'umanità è chiamata a completare ciò che manca alle sue sofferenze e che sono specialmente i monasteri dove vivere e soffrire per la Chiesa. Teresa non perde tempo si dedica completamente alla Riforma dei monasteri affrontando viaggi, sofferenze e disagi. Cerca di arrivare a un dialogo profondo e fecondo tra teologia e spiritualità. Lotta contro tutte le correnti che cercano di deviare il suo attento spirito di riforma; si sente chiamata a reagire e dice che non si può arrivare alla riforma e all'esperienza mistica se non passando attraverso l'umanità di Gesù. Nel monastero di San Giuseppe di Avila, scrive le sue opere maggiori comunicando la sua esperienza con Cristo e insegna alle sue monache la via sicura della santità. Teresa non è sempre compresa, ma vince ogni contrasto con il suo cuore fisso nel Signore e vivendo da vera innamorata di Cristo nel cuore della Chiesa dove si sente figlia. La sua è una vita straordinaria che ancora oggi ha molto da dire a noi: assetata di contemplazione vissuta nell'azione. Teresa ci è madre spirituale, ci  richiama ai valori eterni. La sua grande avventura spirituale, vissuta nella duplice tensione verso la pienezza dell'unione con Cristo e la realizzazione del regno di Dio sulla terra, ci rende consapevoli che è possibile fare una sintesi sapiente tra  vita di preghiera e la normale vita quotidiana anche se la ricerca è faticosa, specie per noi presi da tante distrazioni e problemi che tentano di allontanarci dall'ideale primo che, come cristiani, vogliamo vivere.

Santa Teresa, mia specialissima patrona, abbia un sorriso di compiacenza per tututte le persone che portano il suo nome e che voglio imitarla nella sua vita. AUGURI a tutti gli amici della Radio. Buona e santa festa!

 

Visualizzazioni: 8

Commento

Devi essere membro di Radio San Giuseppe per aggiungere commenti!

Partecipa a Radio San Giuseppe

Commento da Creatore del Network su 14 Ottobre 2017 a 16:30

Grazie del prezioso articolo. Un profilo ben curato e di facile lettura. La grande santa carmelitana ci esortava ad essere devoti di San Giuseppe che ha fatto amare da innumerevoli anime con le quali veniva in contatto. Ci comunichi il suo amore ardente e filiale per San Giuseppe che portava sempre con se.Grazie Suor Paolisa!

Compleanni

Oggi non vi sono compleanni

ASCOLTA

Sostieni Radio San Giuseppe

Sostieni anche tu Radio San Giuseppe con un'offerta libera. E' l'unico modo per garantire la continuità delle nostre trasmissioni. La nostra emittente non ha introiti pubblicitari e può vivere solo con l’aiuto degli ascoltatori. Puoi aiutarci tramite il bollettino di conto corrente postale n.1023992538 intestato ad: "Associazione Radio San Giuseppe". Tramite Paypal o carta di credito cliccando sul pulsate "Donazione" presente sul sito ufficiale della radio. Tramite un bonifico bancario con versamento intestato ad Associazione Radio San Giuseppe  - IBAN: IT-75-S-07601-13000-001023992538. Se ti è possibile fai una donazione mensile.

UNITI AL PAPA

"Vorrei dirvi una cosa molto personale. Io amo molto San Giuseppe". 

Note

Onoriamo San Giuseppe

Onoriamo San Giuseppe, poiché lo stesso Figlio di Dio fu felice di onorarlo chiamandolo "padre". "Cristo", dice Origene, "diede a San Giuseppe l'onore dovuto a un genitore". Le Sacre Scritture parlano di lui come del padre di Gesù. "Suo padre e sua madre si…

Continua

Creata da Creatore del Network 22 Nov 2017 at 16:14. Aggiornata l'ultima volta da Creatore del Network 12 ore fa .

Ascolta la radio con altri lettori.

Player esterno

Player interno

Player computer

Ascoltaci dal telefono

Ecco i link per scaricare l'applicazione della radio direttamente sul vostro cellulare:

IPHONE

ANDROID (Samsung)

Applicazione

Segnaliamo questa bella ed utile applicazione del Sacro Manto di San Giuseppe per tutti i dispositivi Android (cellulari e tablet).

Scarica da Google Play

Licenza SIAE 5088/I/3451 - Licenza SCF 104/13 

© 2017   Creato da Creatore del Network.   Tecnologia

Badge  |  Segnala un problema  |  Termini del servizio