Radio San Giuseppe

Per conoscere e amare il più grande santo

San Gabriele dell’Addolorata nutrì fin da bambino una tenera devozione alla Madonna recitando ogni giorno con fervore il rosario. Nelle sue lettere esortava i familiari a pregare ogni giorno la Vergine Maria, specialmente con la recita del rosario, per essere benedetti dal Signore e per riuscire a fare sempre la sua divina volontà.

Il 22 agosto 1856 ci fu un intervento prodigioso della Vergine accaduto durante la processione mariana per le vie di Spoleto. Mentre si ritrova in ginocchio tra la folla, avvertì che l’immagine di Maria Santissima si animò e che gli occhi diventarono scintillanti. Udì una voce chiarissima nel cuore che gli diceva: “Ancora non capisci che questa vita non è fatta per te? Segui la tua vocazione“. Quindici giorni dopo è già nel noviziato dei passionisti a Morrovalle, in provincia di Macerata. Nessuno riuscì a trattenerlo.

La presenza di Maria nella sua breve vita fu continua. Nutriva una grande confidenza in Lei e le parlava come se la vedesse. Si raccomandava a Lei soprattutto con la preghiera del rosario; la Vergine per compensarlo del suo affetto lo andava formando con un animo buono, generoso e sensibile alle sofferenze degli altri. Non gli fecero certo paura le lunghe ore di preghiera, le penitenze e i digiuni, perché aveva trovato quello che cercava: Dio che gli riempiva il cuore di gioia: “La mia vita è una continua gioia. La contentezza che io provo è quasi indicibile. Non cambierei un quarto d’ora di questa vita“, scrive al padre.

Gabriele lascia questa terra confortato dalla visione della Madonna che invoca per l’ultima volta: “Maria, mamma mia, fa’ presto“. Dopo la sua morte, San Gabriele apparve a Santa Gemma Galgani e le disse: “Ricorri alla Mamma mia addolorata; io in vita mia qualunque grazia avessi chiesta a Lei, non mi ricordo che me l’abbia mai negata”. L’esempio dei santi ci aiuti ad essere più devoti della Madonna e ad amarla con più fervore!

Visualizzazioni: 29

Compleanni

Oggi non vi sono compleanni

ASCOLTA

Sostieni Radio San Giuseppe

Sostieni anche tu Radio San Giuseppe con un'offerta libera. E' l'unico modo per garantire la continuità delle nostre trasmissioni. La nostra emittente non ha introiti pubblicitari e può vivere solo con l’aiuto degli ascoltatori. Puoi aiutarci tramite il bollettino di conto corrente postale n.1023992538 intestato ad: "Associazione Radio San Giuseppe". Tramite Paypal o carta di credito cliccando sul pulsate "Donazione" presente sul sito ufficiale della radio. Tramite un bonifico bancario con versamento intestato ad Associazione Radio San Giuseppe  - IBAN: IT-75-S-07601-13000-001023992538. Se ti è possibile fai una donazione mensile.

UNITI AL PAPA

"Vorrei dirvi una cosa molto personale. Io amo molto San Giuseppe". 

Note

Onoriamo San Giuseppe

Onoriamo San Giuseppe, poiché lo stesso Figlio di Dio fu felice di onorarlo chiamandolo "padre". "Cristo", dice Origene, "diede a San Giuseppe l'onore dovuto a un genitore". Le Sacre Scritture parlano di lui come del padre di Gesù. "Suo padre e sua madre si…

Continua

Creata da Creatore del Network 22 Nov 2017 at 16:14. Aggiornata l'ultima volta da Creatore del Network 12 ore fa .

Ascolta la radio con altri lettori.

Player esterno

Player interno

Player computer

Ascoltaci dal telefono

Ecco i link per scaricare l'applicazione della radio direttamente sul vostro cellulare:

IPHONE

ANDROID (Samsung)

Applicazione

Segnaliamo questa bella ed utile applicazione del Sacro Manto di San Giuseppe per tutti i dispositivi Android (cellulari e tablet).

Scarica da Google Play

Licenza SIAE 5088/I/3451 - Licenza SCF 104/13 

© 2017   Creato da Creatore del Network.   Tecnologia

Badge  |  Segnala un problema  |  Termini del servizio